Ultima modifica: 24 Marzo 2021
Istituto Comprensivo Karol Wojtyla > GRAMMATICA VALENZIALE

GRAMMATICA VALENZIALE

Nel nostro Istituto è stato introdotto nella didattica dell’italiano il modello valenziale.

La grammatica valenziale è un modello di analisi della frase alternativo all’analisi logica elaborato inizialmente dal linguista francese Lucien Tesnière (1893 – 1954); esso pone l’accento su aspetti di semantica, ovvero pone in connessione le funzioni delle diverse parti della frase con i loro significati.
La compiutezza di significato della frase è legata alla presenza del verbo, elemento cruciale e vero e proprio baricentro della frase. Questo, con il suo significato, e in quanto dotato di numerose altre informazioni (persona, numero, tempo, modo, aspetto, diàtesi attiva, media, passiva e in alcuni casi anche genere), può esprimere un concetto compiuto da solo (nel caso dei verbi impersonali: piovere, nevicare, ecc.) o chiamando intorno a sé un numero limitato di elementi nominali (da 1 a 4) con i quali completa il concetto.
La proprietà del verbo di aggregare a sé elementi per esprimere un concetto compiuto si chiama valenza. Da qui il nome di questo modello grammaticale e la qualificazione dei singoli verbi come zerovalenti (impersonali), monovalentibivalentitrivalentitetravalenti. Gli elementi che si possono aggregare al verbo (nomi o elementi equivalenti) sono chiamati argomenti, distinguibili in argomento soggetto e argomenti oggetto (diretto o indiretto).

La grammatica delle valenze è un modello di descrizione della frase basato sulla centralità del verbo. L’obiettivo del lavorare con la grammatica valenziale è quello di sperimentare un modo diverso di “fare grammatica”, molto più attivo, coinvolgente, basato sull’intuizione, ragionando partendo dal significato del verbo e cercando come funziona la frase dal punto di vista architettonico. Si ha una percezione dei confini del periodo per poi avere dei riferimenti quando si scrive e si parla. Ci sono ricadute positive sulle abilità linguistiche e si riscontra entusiasmo da parte dei ragazzi perché diventano dei protagonisti attivi del processo di apprendimento. Non viene chiesto loro di memorizzare definizioni o etichette da applicare o riconoscere. Sono loro che devono fare ipotesi, verificarle, disegnare grafici. (Cristiana De Santis)

Materiale

Sillabo di riflessione sulla lingua

Il Paese di Grammatica, ovvero Grammatica divertente per gli abitanti della Contea degli Studenti

Grammatica valenziale programmazione

Grammatica valenziale

Sabatini

Attività classe prima

Attività classe prima

Attività classe seconda

Attività classe terza

Attività classe quarta e quinta

Il verbo e i suoi elementi

Scrivere frasi ed enunciati

Bibliografia